Fortunatamente andiamo per mare da un bel po’ di tempo. Questo ci ha dato la possibilità e la fortuna, di vederne di tutti i colori (e forme).

Il mini sommergibile Molch a Sistiana

Sicuramente il mini sommergibile Molch a Sistiana è uno di questi ed è stato per noi:

  • un motivo di immersione per i nuovi subacquei, data l’esigua profondità di -8 mt;
  • una palestra di fotografia subacquea per le immagini inconsuete;
  • una palestra di corsi di orientamento subacqueo perché trovarlo è sempre stata  una bella impresa…

Piccolo e a 300mt. dalla costa, anche si si hanno le mire a terra, non è sempre facile localizzarlo. Proprio per questo lo abbiamo definito “la salamandra dispettosa”. E si, perché Molch in tedesco significa salamandra.

Una salamandra dispettosa

molch periscopio

Ho acquisito con lo scanner le vecchie foto che avevo scattato ancora su pellicola. Sono di quando era ancora visibile il periscopio. Nel frattempo è stato trafugato da qualche accaparratore subacqueo. Forse perché all’interno del periscopio c’era la preziosa girobussola.

Ho avuto la fortuna e il piacere di conoscere l’Ammiraglio Guastadisegni. Egli è l’autore di un articolo nel quale la storia di questo mini sommergibile è ben descritta.  L’articolo che, appunto, tratta del Molch della seconda guerra mondiale, era pubblicato qualche tempo fa sul sito www.friulanidimarina.org. Il sito ora non più funzionante. Per fortuna avevo opportunamente salvato l’articolo tra i miei file. Di seguito lo riporto quasi integralmente. Naturalmente ho avuto il suo consenso alla pubblicazione.


Il Molch di Sistiana

Foto e testo di Rudy Guastadisegni

Sabato 19 marzo una delegazione di marinai del Gruppo di Trento in collaborazione con il Gruppo Sommozzatori “Cava e metti” della Valle di Fiemme si è recato a Trieste in visita al Museo De Henriquez, aperto appositamente per permettere alla delegazione, guidata dal Comandante Rudy Guastadisegni Direttore dell’Ufficio Tecnico Territoriale della Marina Militare di Venezia e Trieste, di visionare i particolari di due interessanti mini sommergibili.

Caproni CB

Il primo era il modello Caproni CB, prodotto dalle famose officine omonime. La Ditta Caproni infatti non produsse solo velivoli ma anche piccoli sommergibili costieri che hanno prestato servizio durante tutto il secondo conflitto mondiale con la nostra Marina scrivendo anche pagine di gloria, soprattutto in Mar Nero dove la squadriglia dei “Lupi Grigi” di cui facevano parte tenne in scacco per tutta la guerra la Marina Sovietica.

Molch

Il secondo era un modello tedesco classe “Molch”, costruito in diverse decine di esemplari e caratterizzato dalla sua forma più simile a quella di un grosso siluro con l’abitacolo per il pilota ricavato verso poppa davanti ai piani di governo verticali ed orizzontali.Disegni del mini sommergibile Molch

Molti di questi mezzi, di base a Sistiana, sono andati perduti per incidenti o per autoaffondamento all’atto dell’abbandono della base da parte della Marina del Terzo Reich in ritirata dall’Italia. Una squadra della delegazione assieme al Comandante Guastadisegni si è immersa sul relitto e, dopo non poche difficoltà di ricerca a causa dell’incertezza della posizione, ha potuto accertare che si tratta proprio di un mini sommergibile dello stesso tipo di quello ospitato all’interno del museo: un U BOOT “Molch”.

La delegazione dopo aver notato le differenze tecniche (e soprattutto, di dimensione) tra i due battelli si è recata a Sistiana per effettuare un’immersione nelle acque prospicienti il porticciolo. In quella zona da tempo era stata segnalata la presenza di uno strano relitto, a detta dei più informati pareva trattarsi di qualcosa di simile ad un non meglio definito “mezzo subacqueo” e gli esperti, interpretando le varie descrizioni fornite, propendevano appunto per un esemplare di “Molch”.


 


Museo De Henriquez dove vederne un esemplare

Logo Museo HenriquezA questo punto mi sorge spontanea una proposta: sarà il caso che si organizzi, passata l’estate, una visitina al museo De Henriquez e al Molch subacqueo, magari accompagnati da un ospite d’eccezione?

Che la presenza del mini sommergibile Molch nelle acque antistanti la spiaggia di Sistiana rimanga comunque un tema interessante lo dimostra il fatto che gli è stato intitolato un DVD: “Molch, base segreta”, proiettato il 18 gennaio 2016 a Trieste. Qui il link all’evento.

Aggiornamento di Marzo 2018

Si aggiunge ora l’opportunità di assistere alla stessa proiezione anche a Venezia. Con la presentazione di Lorenzo Lucia, il 9 aprile 2018 alla Scoletta dei Callegheri, a Venezia in Campo San Tomà, alle 19:30. Tutto ciò grazie all’impegno degli amici della Rari Nantes Somozzatori Venezia.

Mini sommergibile Molch - il DVD


Se ti è piaciuto, condividi: Facebook   Google +   Twitter


Il sommergibile Molch ultima modifica: 2015-12-31T00:00:11+01:00 da Dino Basso
Il sommergibile Molch ultima modifica: 2015-12-31T00:00:11+01:00 da Dino Basso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.